Sanofi Buscofen 12cps Molli 200mg

Farmaco
5.0
5.00 out of 5 based on 1 customer rating

6,50 4,90
Sconto 25%

4 disponibili

Solo 4 disponibili
COD: 029396037 EAN: ATC/GMP: M01AE01 Categorie: , Marca: Sanofi
DETRAZIONE FISCALE
Il prodotto è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.
In fase di completamento dell'ordine ti verrà richiesto il tuo codice fiscale.
Lo scontrino parlante verrà inserito all'interno del pacco che riceverai a casa. Maggiori informazioni
?
?
?

Sanofi Buscofen 12cps Molli 200mg

Buscofen 12cps Molli 200mg

Denominazione del Medicinale

BUSCOFEN 200 mg capsule molli
Ibuprofene

Che Cosa è

Buscofen è un analgesico, antinfiammatorio, antireumatico non steroideo. Serve a ridurre il dolore.

Perchè si Usa

Buscofen si usa per dolori di varia origine e natura (dolori mestruali, mal di testa, mal di denti, nevralgie, dolori osteoarticolari e muscolari).

Quando Non Deve Essere Usato

Ipersensibilità al principio attivo (ibuprofene) o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista
chimico. In particolare ai salicilati o altri antinfiammatori o antireumatici.
Storia di emorragia gastrointestinale o perforazione relativa a precedenti trattamenti attivi.
Storia di emorragia/ulcera peptica ricorrente (due o più episodi distinti di dimostrata ulcerazione o
sanguinamento).

Grave insufficienza cardiaca. L’ibuprofene non va impiegato nei pazienti affetti da discrasie ematiche di origine sconosciuta, da porfiria, da ipertensione, da grave insufficienza coronarica incontrollata. Con gravi alterazioni della funzionalità epatica o renale ed in concomitanza di interventi chirurgici (comprese le operazioni dentistiche), nei pazienti che abbiano subito significative perdite di liquidi (ad esempio a causa di vomito, diarrea o scarsa ingestione di liquidi). Pazienti che abbiano avuto sintomi di asma, polipi nasali, angioedema, orticaria a seguito dell’assunzione di salicilati o altri FANS.
È controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni, in gravidanza e allattamento (vedi sezione “Cosa
fare durante la gravidanza e l’allattamento”).

Cosa Fara Durante la Gravidanza e L’allattamento

Gravidanza
L’inibizione della sintesi delle prostaglandine può interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo embrio-fetale.
Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumentato rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dopo l’uso di un inibitore della sintesi delle prostaglandine nelle prime fasi della gravidanza.
Il rischio assoluto di malformazioni cardiache aumentava da meno dell’1%, fino a circa l’1,5%. È stato
ritenuto che il rischio aumenta con la dose e la durata della terapia. Negli animali, la somministrazione di inibitori della sintesi delle prostaglandine ha mostrato di provocare un aumento della perdita di pre e postimpianto e di mortalità embrio-fetale.
Inoltre, un aumento di incidenza di varie malformazioni, inclusa quella cardiovascolare, è stato riportato in animali a cui erano stati somministrati inibitori di sintesi delle prostaglandine, durante il periodo
organogenetico.

Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi delle prostaglandine possono esporre il feto a:
– tossicità cardiopolmonare (con chiusura prematura del dotto arterioso e ipertensione polmonare);
– disfunzione renale, che può progredire in insufficienza renale con oligo-idroamnios;
la madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a:
– possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, ed effetto antiaggregante che può occorrere anche a dosi molto basse;
– inibizione delle contrazioni uterine risultanti in ritardo o prolungamento del travaglio.

Allattamento

Buscofen non deve essere usato durante l’allattamento

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

Modalità di assunzione

capsule

Num Capsule

12 cps

  1. (proprietario verificato):

    Acquisto facile e consegna veloce. Lo consiglio.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Scroll Up